Qual è il vostro stile fotografico?

L’approccio che preferiamo è quello comunemente conosciuto come fotogiornalistico o di reportage: lasciamo che il giorno del matrimonio si svolga nella maniera più naturale e spontanea possibile. Non vi chiederemo di posare, ma di essere solamente voi stessi e di esserlo al meglio.

È anche vero che ogni situazione è unica e richiede un approccio diverso per raggiungere un risultato fotografico ottimale; l’esperienza ci ha insegnato quando, se e come metterci lo zampino.

Quello che possiamo assicurarvi è che se saremo costretti a intervenire, lo faremo sempre con la massima discrezione.

Va bene il reportage ma se volessimo qualche foto classica con i genitori e gli invitati?

Non c’è problema, l’importante è farcelo sapere.

Ricordatevi solo che ogni minuto che passiamo a scattare foto formali è un minuto in cui non avremo la possibilità di cogliere momenti più spontanei.

Lavorate sempre insieme?

Se possibile preferiamo scattare in due, soprattutto se il matrimonio copre tutta la giornata.

La presenza di due fotografi professionisti assicura una varietà di punti di vista maggiore e permette di documentare l’evento in maniera più completa e con maggiore tranquillità.

Ovviamente se necessario siamo anche disponibili a lavorare da soli.

Seguite più di un matrimonio al giorno?

No, questo ci impedirebbe di concentrarci al cento per cento sul lavoro.

Per noi la giornata di matrimonio comincia quando ci svegliamo e finisce quando ci addormentiamo: in questo lasso di tempo vogliamo concentrare la nostra attenzione su una sola coppia e su un solo matrimonio.

Quanto rimarrete al matrimonio?

Tutto il tempo necessario e anche oltre.

Quante fotografie scatterete al nostro matrimonio e quante ne consegnerete?

L’approccio fotogiornalistico produce sicuramente un numero di scatti molto elevato durante il corso dell’intera giornata; tuttavia ogni matrimonio è diverso, stabilire un numero preciso non è possibile.

In media consegniamo tra i 700 e i 1200 file per servizio.

Che sistema utilizzate per inviare la prima selezione di fotografie dopo il matrimonio?

Avrete a disposizione un’area riservata sul nostro sito web dove vedere, selezionare e scaricare le vostre fotografie.

È possibile la consegna dei soli file?

Sì, non c’è problema.

Consegnate gli originali?

Consegniamo tutti gli scatti buoni a risoluzione massima e in formato JPG, sufficienti per ogni vostra esigenza di stampa futura, anche in grande formato.

Gli scatti saranno lavorati?

Tutti gli scatti che vi verranno consegnati saranno sistemati sotto il profilo del contrasto e della resa dei colori. Circa 150 scatti (sia nel caso di stampa o servizio solo file) saranno invece lavorati ad hoc.

Non amiamo lavorare le fotografie in maniera estrema, il nostro scopo è sempre quello di valorizzare le immagini senza stravolgerne la natura.

Chi sceglie le foto da inserire nell'album?

Le foto da inserire nell’album le sceglieremo insieme, a partire da una nostra prima selezione.

Che tipologie di album offrite?

Album tradizionali, fotolibri e passepartout, realizzati e rilegati a mano. Offriamo anche teche e scrigni per stampe.

Ci occupiamo in prima persona dell’impaginazione e della grafica di ogni album. Per i fotolibri preferiamo un’impostazione pulita e minimale, a sfondo bianco.

Quali sono i tempi di attesa per la consegna del lavoro finito?

Dal matrimonio alla consegna della prima selezione degli scatti di solito passano dai 15 ai 30 giorni. Per la consegna del lavoro finito dai 3 ai 6 mesi.

Il tempo di consegna può variare significativamente a seconda del periodo dell’anno.

Con quanto anticipo devo prenotare il servizio fotografico?

Per le date più richieste (inizio estate e fine settimana) è sempre meglio muoversi almeno un anno prima, per le altre potete aspettare qualche mese in più.

In ogni caso anche all’ultimo minuto chiedere non costa nulla.

Vogliamo prenderci un po’ di tempo per decidere prima di fermare la data. È possibile?

Nessun problema, ma ricordatevi che non ci è possibile “riservarvi” una data prima della firma del contratto e che se veniamo contattati da un’altra coppia per la stessa data, dovremmo per forza di cose considerarla come libera.

In quale modo posso richiedervi un preventivo e di quali informazioni avete bisogno?

La maniera migliore è sicuramente contattarci telefonicamente e concordare un appuntamento; vi offriamo un caffè (o una spremuta) e parliamo a quattr’occhi di tutti i dettagli.

In alternativa potete contattarci via e-mail o tramite la nostra form di contatto veloce.

Più informazioni includete nella vostra prima comunicazione meglio è, ma quelle assolutamente fondamentali sono data, luogo e numero (indicativo) di invitati al vostro matrimonio.

Perché il fotografo di matrimonio costa così tanto?

In realtà il mercato italiano si attesta su cifre decisamente inferiori rispetto ad altre parti di Europa o del resto del mondo, eppure la percezione (errata) che il costo dei servizi fotografici di matrimonio sia troppo alto è comunque piuttosto comune.

Detto questo: fare bene questo lavoro costa tempo, soldi e fatica. Tanto tempo, tanti soldi e tanta fatica.

In secondo luogo (sembra banale dirlo) il nostro lavoro non finisce il giorno del matrimonio; la selezione degli scatti e la loro lavorazione, per non parlare della composizione di un eventuale album di matrimonio, sono attività (di cui ci occupiamo personalmente) che portano via molte ore e richiedono competenza, sensibilità ed esperienza.

Vi occupate anche della realizzazione del video?

No, ma possiamo consigliarvi alcuni operatori che stimiamo e con uno stile simile al nostro.

Se avete altre domande, non esitate a contattarci.